unisa ITA  unisa ENG


Centro ICT per i Beni Culturali

Regolamento

 

Hanno accesso di norma ai Laboratori del Centro ICT per i Beni Culturali gli studenti, i tecnici e i docenti dell'Ateneo che partecipano alle attività del Centro ICT e/o alle attività del Distretto Databenc.

 

Saranno consentiti accessi in modalità programmata o libera.

 

Per l'accesso programmato, i docenti dell'Ateneo devono inoltrare richiesta, non meno di una settimana prima dell'inizio dell'utilizzo, via e-mail (infocentroict@unisa.it).

La richiesta deve contenere le seguenti informazioni:

  • Motivazione: esercitazione didattica guidata o libera, esame, seminario, workshop, conferenza, altro (da specificare);
  • numero utenti previsti;
  • durata (data di inizio, data di fine, orario);
  • pacchetti software da utilizzare.

Le richieste verranno soddisfatte compatibilmente con la pianificazione delle attività del Centro e la relativa autorizzazione all'uso verrà comunicata al richiedente via e-mail.

 

L'accesso libero al Laboratorio sarà possibile negli orari di apertura al pubblico in cui il Laboratorio stesso non verrà utilizzato per attività programmate. Per l'accesso libero e l'utilizzo delle attrezzature, l'utente deve essere munito di un codice numerico che deve essere assegnato dai Responsabili del Centro.
Per ottenere tale assegnazione, occorre compilare il modulo pubblicato all'indirizzo www.centroict.unisa.it/xxxx. I responsabili del Centro invieranno una mail contenente l'attestazione dell'effettuata abilitazione contenente il codice numerico di accesso alle porte del Laboratorio e le credenziali personali (login e password) per l'uso del pc del laboratorio per il quale sarà consentito l'uso.
Il codice numerico è strettamente personale e non è consentita la sua cessione a terzi. L'intestatario del codice numerico  è sempre responsabile degli usi che di esso vengono fatti.


Gli utenti del Centro sono tenuti a conoscere e rispettare la legislazione vigente di tipo civile e penale in tema informatico e telematico. In particolare si impegnano a rispettare le norme sul copyright del software, nonché quelle sull'utilizzo della rete GARR di cui si può prendere visione sul sito dell'Ateneo alla URL: http://www.garr.it/utenti/regole-di-accesso/acceptable-use-policy-aup


Gli utenti non possono installare autonomamente, né modificare, programmi o pacchetti software. Ogni istallazione dovrà essere eseguita esclusivamente dai tecnici del Centro e previa autorizzazione del Responsabile Scientifico.

Per motivi di manutenzione, i dischi rigidi dei computer del Centro vengono periodicamente ripristinati mediante formattazione. In ogni caso, non viene fornita nessuna garanzia sulla permanenza nel tempo dei dati degli utenti sulle memorie di massa. E' quindi opportuno che gli utenti mantengano copia dei propri archivi su supporto rimovibile personale.


E' vietato usare le attrezzature del Centro per scopi diversi da quelli previsti nelle attività istituzionali dell'Università. L'attività svolta all'interno del Centro è soggetta a controlli da parte del personale del Centro. Chiunque svolga attività non inerenti a quelle istituzionali dell'Ateneo o venga meno alle norme del viver civile verrà allontanato dal Centro ed eventualmente segnalato per gli adempimenti conseguenti.

A fine lavoro l'utente è responsabile della chiusura della sessione di lavoro e dello spegnimento della stazione di lavoro.

 

Il Laboratorio è un luogo di studio e di lavoro. Gli spazi e le attrezzature sono patrimonio comune. Ogni utente è tenuto pertanto al corretto uso dei locali, dell'arredamento e della dotazione hardware e software del Laboratorio; eventuali danni provocati determinano per l'amministrazione dell'Università il diritto al risarcimento.

 

L'Allegato 1 di questo Regolamento riporta nel dettaglio le regole che gli utenti del Laboratorio devono conoscere e rispettare per consentire a tutti la migliore fruizione dei servizi del Laboratorio.

 

Nel laboratorio, per motivi di sicurezza e di salvaguardia delle apparecchiature e degli arredi in esso presenti, è in funzione un dispositivo di videosorveglianza e videoregistrazione. Chi entra nei locali accetta di essere ripreso e può esercitare il diritto di accesso, cancellazione, ecc..., rivolgendosi allo staff tecnico del Centro. Le immagini registrate vengono cancellate dopo pochi giorni.